Mario Peserico - CACCIA IN RISERVA - Un alienista scruta i sani

Stampa PDF

Mario Peserico - CACCIA IN RISERVA - Un alienista scruta i sani, Prefazione di Marco Ramperti, pp. 5-24, Milano, Garzanti, pp. 25-148, 1942, L. 10


Raccolta di massime morali d’un medico alienista, nato nel 1900 e padovano.

“Chi accumula denaro per sé ama dire che lo spende per gli altri; e così inganna tutti affermando la verità. ”; “Nell’uomo c’è un fondo d’ingenuità che resiste a qualsiasi esperienza; nella donna un fondo d’astuzia che resiste a qualsiasi inesperienza. ”; “Quello che avrai dato in più di quanto ti fu chiesto, ti sarà sempre calcolato in meno. ”; “L’abitudine, ovverosia la serva che sposa il padrone! ”; “Le donne sanno vendere, come i cerretani [i ciarlatani, ndc], con l’aria di regalare. ”; “I poveri sono sempre troppo pochi, quando sono soli; sempre troppi, quando si trovano in compagnia. ”; “I deboli sono costretti a lasciarsi trasportare dalle passioni: e lo sanno. I forti sono altrettanto soggetti: e lo ignorano. ”; “Ipocrisia ed invidia si conoscono senza salutarsi. ”; “E’ destino dell’umiltà doversi ignorare per essere vera: e cioè diventare un pregio solo a patto di credersi un difetto. ”.

“.. Tristezza. Pessimismo. Chi aspettasse di trovare in questa Caccia in riserva molti inviti alla stima, alla fiducia, all’amore del prossimo, rinchiuda il volume senz’altro. ”: Prefazione, pp. 11-12.