Marco Ramperti - SARAH BERNHARDT, estratto da: “Il Secolo XX” [1903-1931]

Stampa PDF

Marco Ramperti - SARAH BERNHARDT, estratto da: “Il Secolo XX” [1903-1931], pp. 939-944, illustrazioni n. t., Milano, Società Editoriale, 1923



Breve biografia dell’attrice.

“.. La sua fantasia capricciosa è inesauribile..
Vuol dipingere, e s’improvvisa pittrice; vuole scolpire, e in quindici giorni trasforma il salotto di via Fortuny in un atelier pieno di forme e di trespoli. Un suo ritratto di Coquelin, esposto ai Campi Elisi, un marmo d’Ofelia e un bronzo, La tempesta, sono lodatissimi, e con poca ironia. Non bastando, scrive novelle e cronache musicali, manda al Globe rassegne d’arte, compone un dramma - L’Aveu - assai lodato da Armand Silvestre, organizza gare sportive, propone serate spiritiche, schermeggia, polemizza, cavalca, solleva pesi..
Le sue fughe in Inghilterra e in America diventano periodiche: quando un ruolo non le va, lo pianta - come accadde per l’Aventurière di Rugier -, quando un critico non la rispetta va a trovarlo in redazione con una cravache sotto braccio. Già Jean Weber aveva raffigurato ella stessa in un frustino, snodato e fischiante. ”: p. 943.