Alberto Savinio, CAPRI

Stampa PDF

Alberto Savinio, CAPRI, @ Milano, Adelphi Edizioni, 1988, pp.1-72


Capri fu scritto da Savinio nel 1926 e non fu mai pubblicato in forma di libro. Alcune parti apparvero, con qualche modifica, sulla "Nazione" di Firenze il 6 settembre 1933, e il 1° aprile, 22 maggio e 16 giugno 1934. [risguardo]


Scintillante cahier de voyage.

<Glossario del purista>

Tritoneggiare, intr., nuotare

Inclassichirsi, rifl., del desiderio dei turisti nordici

Accalorate, p.p., di membra riscaldate

Spopolate, p.p., di gengive

Zoani, s.m., simulacri primitivi di dei, d'aspetto arboreo

Pomidoresca, a., di faccia arrossata

Architettose, a., di vassoi d'insalata russa

Filadelfica Omopsichica, a., dell'intimità tra avventori d'un caffè

Svarione, a., neolog., di stradine erratiche

Schiumatori, s., corsari


<Un 'cameo' del musicofilo>

"..La terrazza ormai è deserta; e il mio sguardo rimane tenacemente attaccato all'orrore di quella rupe oscura, sospesa sull'oscuro mare.

Ad accrescere l'impressione del terrore, sento risonarmi all'orecchio le notine perlate d'un preludio di Debussy. Che musica da morticini! che musica da piccoli annegati gonfi che galleggiano sopra un mare putrefatto!

Pare impossibile! Quel preludio (uno dei più brutti del resto, dei più banali che abbia scritto magister Claudius) si chiama: Les collines d'Anacapri.".


<E uno dello scrittore d'arte>

"..A un tratto, l'ingresso pomposo d'una villa ferma la mia attenzione. Una lapide murata all'ingresso avverte che mediante la somma di lire due si possono ammirare nel 'Museo Quo Vadis' i grandi quadri storici romani dipinti da Jan Styka.[(Leopoli 1858- Roma 1925), lavorò a Colonia e a Parigi; dal 1919 a Capri. Diede illustrazioni per il Quo Vadis di Sienkievicz e per i testi omerici; dipinse quadri di soggetto religioso e storico: GolgotaPersecuzione di cristiani al tempo di Nerone, ecc., ndc.].

E' il caso d'indugiare? No: io, per non vedere l'Incendio di Roma o il Canto di Nerone, fuggo a gambe levate.".