Alberto Savinio, IL SOGNO MECCANICO

Stampa PDF

Alberto Savinio, IL SOGNO MECCANICO, a c. di Vanni Scheiwiller, Introduzione: 'Savinio e il cinema' di Mario Verdone, pp.5-11, Contributo per una bibliografia cinematografica a c. di Anna Paola Mossetto Campra, pp.145-147, Nota dell'editore V.S., p.149, Milano, Scheiwiller, 1981, pp.1-151

 


A documentare "l'amore-odio di Savinio per il cinema": Nota, p.149, il "quaderno" seleziona, dalle 135 voci del Contributo:


Sei soggetti cinematografici: "Didone abbandonata"; "Andrea Mantegna"; "Vita di Mercurio"; "La notte della mano morta"; "Soggetto di film tratto dall'Asino d'oro di Apulejo"; e "Soggetto cinematografico senza titolo".


Dieci riflessioni sul cinematografo: 'Rivista del cinematografo'; 'Notes sur le cinéma'; 'Cinematografo e teatro'; 'Uomo fantasma'; 'Ecco la radio'; 'Pittura e cinematografo'; 'Cinematografo e letteratura'; 'Cinematografo'; 'Ribalta e produttore'; e 'Fotogeneità'.


Trentasei recensioni cinematografiche.


Dei sei testi da soggettista "impratico": Introduzione, p.8 di sceneggiature, in "Didone abbandonata", la moltitudine di schiavi che, nei sotterranei di Cartagine, "con la loro fatica diurna e senza luce costruiscono il benessere e la ricchezza della metropoli soprastante.": p.21 è, per me, una citazione di Metropolis (1927) di W. Pabst; in "Andrea Mantegna", nota la "analogia del senso sadico di questa testa trafitta in obliquo da una freccia [S.Sebastiano di Vienna] e il senso sadico di alcune rappresentazioni surrealiste del nostro tempo.": p.25; "Vita di Mercurio" richiama: Vita dei fantasmi (1925), Milano, All'Insegna del Pesce d'oro, 1962, pp.53-73; "La notte della mano morta" (fine anni '40) richiama: "Filogeronzia", in: Scritti dispersi 1943-1952, Milano, Adelphi, 2004, pp.10-14; "Soggetto cinematografico senza titolo", per il tema delle "scarpe" affiancate nei corridoi d'un albergo, richiama il racconto di Ramperti: "Una buona azione", in: Gli usignoli vendicati e altri racconti, Torino, Edizioni Palatine, 1946.


La recensione a: René Clair, A nous la liberté è tratta da: Souvenirs, Palermo, Sellerio, @1976, "La civiltà perfezionata" e @1989, pp.124-128.