COSI' PARLO' LEOPOLDO

Stampa PDF

COSI' PARLO' LEOPOLDO - Cinquanta aforismi e una xilografia di Leo Longanesi, Introduzione dell'E.: 'Il suo nome', p.3, tratta da: Alberto Savinio, "Leo Longanesi", Milano, Hoepli, 1941, p.5. Edizione unica di trecento esemplari, Milano, Franco Sciardelli Editore, 2006, pp.1-15

 


[4] L'intellettuale è un signore che fa rilegare i libri che non ha letto.

[5] Una società fondata sul lavoro, non sogna che il riposo.

[14] Le parole sono donne e s'ingentiliscono o si sciupano a seconda degli uomini che le usano.

[22] Tutto ciò che non so l'ho imparato a scuola.

[27] La madre dei cretini è sempre incinta.

[33] Non datemi consigli! So sbagliare da solo.

[44] La virtù affascina, ma c'è sempre in noi la speranza di poterla corrompere.

[46] La carne in scatola americana la mangio, ma le ideologie che l'accompagnano le lascio sul piatto.