Claudio Ferretti, Le 40 leggende dello sport italiano

Stampa PDF

Claudio Ferretti, Le 40 leggende dello sport italiano, illustrazioni naif di Ottavio Fanfani, pp.1-94, Roma, Edizioni Paoline, 1977

Claudio Ferretti (Roma, 1943-) è un giornalista, scrittore e commentatore radiofonico (Tutto il calcio minuto per minuto) e televisivo.
Bibliografia:
Mamma Rai, 1997
Telesogni dalla A alla Z,1999
RicordeRai, 2004
La vita è tutto un quiz, 2005
Campioni del mondo1910-2006, 2006
La Garzantina dello Sport (la prima antologia completa di tutti gli sport praticati nel mondo),       
2008
Ottavio Fanfani (Firenze, 1915-Firenze,1981), oltre che pittore naif, è stato un attore teatrale,    dal 1948 alla fine degli anni ’70 alla Compagnia Piccolo Teatro di Milano, diretta da Strehler.
Pietri, Braglia, Girardengo, Binda, Nuvolari, Beccali, Bartali, Consolini, Coppi, Ribot, Maspes, Straulino e Rode, d’Inzeo, Pietrangeli e Sirola, Eugenio Monti, Benvenuti, Nones, Giuseppe Gentile, Dibiasi, Maiorca, Agostini, Thoeni, Fogar tra gli altri, rivisitati con un occhio rivolto, più che allo sport-verità di Gianoli - “..Freddo, calcolatore, perfetto stilista Varzi, quanto plateale e amante del rischio Nuvolari..Quella di correre da un letto d’ospedale a un circuito, per esempio, sarebbe diventata un’abitudine. Come quella volta, a Berlino. Arrivò ‘soltanto’ quarto ma chi avrebbe fatto meglio, con una gamba fratturata? Al posto del piede aveva usato la mano, manovrando un filo d’acciaio che i meccanici gli avevano collegato alla frizione.”: p.19; “Ribot nacque nel 1952 e fu allevato da Federico Tesio nella scuderia Dormello Olgiata. Aveva un torace enorme, per cingere il quale erano necessarie cinture da sella più lunghe delle normali. Da qui la sua straordinaria capacità polmonare.”: p.41, all’antico giornalismo “pane e salame” (detto in senso assolutamente positivo) di Emilio de Martino.