CARLO MARTINELLI, Storie di pallone e bicicletta

Stampa PDF

CARLO MARTINELLI, Storie di pallone e bicicletta, Prefazione di Stefano Bizzotto, Trento, Curcu&Genovese, 2003, pp.135

Galeotto è stato il "Festivaletteratura" di Mantova 2002. "Festival assolutamente unico, per niente festival": p.121. "Dove tutti gli incontri sono eventi": p.123. "Dove si va ad ascoltare lo scrittore di grido come si andasse a sentire, a ben guardare, una storia attorno al focolare": p.122. Il quale scrittore "sarcastico, aggiunge": 'Questo è un mondo, nel quale si è portati a credere che l'unica vita possibile, degna di essere vissuta, sia quella CHE RACCOGLIE APPLAUSI. E' un rischio cercarli a tutti i costi. Tutti ci dicono che dobbiamo ESSERE RICCHI E FELICI, nessuno ci dice come riuscirci': pp. 120-121. Anche dal "festival-non festival" l'autore è spinto ("ma è retorica, maledetta retorica": p.127, Ndc) a "legger nelle traiettorie dei palloni gli infiniti approdi della vita, i mille porti da cui salpare, le capanne dove sostare, i libri da leggere, le canzoni da ascoltare, le persone da amare (e quelle cordialmente da detestare). Le cose magnifiche della vita" [senza, beninteso, applausi e ricchi dividendi, Ndc]

'Claudio Michelotti', 'A.C. Mezzocorona', 'Paolo Toffoli', 'Lorenzo Bernardi' hanno il respiro d'uno "spicchio" di wall di tifosi in campo o in rete. 'Bulgarelli', 'Vendrame', 'Park Seung Jin', 'Schiaffino & Pepe' e 'Meroni' arieggiano Maietti (o Carratelli, o Guelpa). Tra 'Cislenko' e 'Greatti', col loro carico di "indimenticabili" (p.24) ricordi, è...racchiusa l'adolescenza di Martinelli.

A sè starebbe l'intervista (del 1998) a Jacques Fillon [esponente della corrente artistico-filosofica che, nel 1952, dopo una feroce polemica col fondatore del Lettrismo Isidoro Isou, seguita alla proiezione parigina di 'Luci della ribalta' di Chaplin, se ne stacco' fondando l'Internazionale Lettrista: [da Wikipedia, Ndc.]. Fillon infatti, nel 1998, "si sta dedicando a un'opera monumentale. Scrivere la storia del Novecento a partire dal calcio. Alla caccia di tracce, per quella 'Storia definitiva del calcio - Come un gioco conquista il mondo fino a divorarlo, introduzione ad una archeologia del football', che dovrebbe vedere la luce ai primi del nuovo secolo." (p.39).

Peccato che la stiamo ancora aspettando.