OSVALDO SORIANO, Triste, solitario y final

Stampa PDF

OSVALDO SORIANO, Triste, solitario y final, traduzione di Glauco Felici, Firenze, Vallecchi, 1974, [Triste, solitario y final, @ 1973 Ediciones Corregidor, Buenos Aires], pp.182

Dal racconto al romanzo, non varia il focus quantosivoglia dimesso, scevro d’orpelli linguistici.

Due uomini (il detective americano Philip Marlowe e il giornalista argentino Osvaldo Soriano), incontratisi a Los Angeles, davanti alla tomba di Stan Laurel, tentano di ricostruire la tragica vita dei due noti comici. Nelle movimentate sequenze insieme a Chaplin, Dick Van Dike, John Wayne, costellate di furibonde battaglie “alla torta di crema”, finiranno col diventare essi stessi dei “replicanti” delle figure inseguite.