Jules Barbey d'Aurevilly, DEUXIEME MEMORANDUM

Stampa

Jules Barbey d'Aurevilly, DEUXIEME MEMORANDUM (1838), pp.1-241 e MEMORANDUM POUR l'A… B… (1864), pp.243-297, Paris, P.V. Stock Editeur, 1906, pp.1-297

 


Edizione anastatica del secondo volume del diario.

Prima traduzione italiana. A c. del curatore.


C'était Léon qui autrefois m'appelait un

anachorète de boudoir. Bene trovato!: 11 gennaio


29 agosto

Alzatomi alle sette e mezzo. - Tempo piovoso, cielo grigio, ma con riflessi argentati al di sotto che m'affascinano. Sempre vittima della luce, il mio più bel tesoro in fatto di sensazioni!


9 settembre

Una lunga, lunga toilette durata fin quasi alle cinque. Es muy bien, signora?


21 settembre

L.B. ha trovato il mio articolo pesante, ma la pesantezza è relativa, la pesantezza d'un corpo dipende spesso dalla debolezza di chi deve sollevarlo.


22 settembre

L'ambra acquisisce, per sfregamento, la proprietà d'attrarre i corpi lievi. Quando andrete da una donna, mettetene quindi un pezzetto nel fazzoletto.


1 ottobre

Acceso il fuoco. Messomi a scarabocchiare queste pagine, in attesa del pranzo e al rumore del bollitore che incantava Wordsworth. Uomo felice, questo Wordsworth, per provare con tanta voluttà sensazioni simili.


7 ottobre

Scritte fino a tardi lettere. Una, tra le altre, molto eloquente a mia madre su una calunnia di cui s'è resa colpevole mia zia. Che bella cosa la famiglia!


16 ottobre

Son venuti G… e Gaud… Discorso francamente di questi cani d'Inglesi che detesto, meno comunque delle loro insopportabili metà. Hanno ucciso Byron, gli assassini! Razza ipocrita, golosa e feroce! - Partito G… , parlato con Guerin di sua sorella. Ella ha detto di me che ero un bel palazzo con dentro un labirinto. - Dice 'bel palazzo' per sottolineare il 'labirinto', ma non importa, l'espressione è notevole e mi piace.


12 novembre

Cousin, il filosofo, ha apprezzato il mio articolo sull'arcivescovo di Colonia.


30 novembre

Letta la metà del secondo volume del Bacone di De Maistre. Leggere quest'uomo mi dà una gioia inesprimibile; provo fremiti di piacere a immergermi nelle astrazioni frutto della sua mente prodigiosa; il suo libro è un imperituro falò di quell'eretico di Bacone, che pure sfuggì ai roghi del suo tempo, e la cui scandalosa reputazione, ridotta in cenere, è sparsa al vento con un'eloquenza e un'ironia impareggiabili! Lavorato alRuy Blas, che voglio abbia il giusto stile, virile, sostanziale, con due o tre grandi immagini, risultanti qua e là dalla forza stessa delle idee. - Oh! scrivere, scrivere, chi me l'insegnerà? - Certo! gli scultori faticano meno a sgrossare il marmo che noi a maneggiare i duri blocchi della lingua e del pensiero!


22 dicembre

Pranzato con carne fredda e aglio. Ho notato che l'aglio influisce molto sulla purezza della voce, il che giustificherebbe, fino a un certo punto, la sfrenata assunzione di cipolle da parte di M.lle Mars, quel timbro di cristallo di rocca. - Lavorato fino alle undici, lo spirito piuttosto miserabile, ma reattivo. - Non faccio fatica a resistere a tali angosciose disposizioni interiori, ma la mia energia m'annoia quanto quelle. - Il fuoco s'è spento, quindi vado a coricarmi e a leggere a letto in attesa di questo diavolo di sonno che è ancora la vita e che preferirei l'annientasse completamente.


Il Memoriale del 1864 è destinato all'A[ngelo] B[ianco], soprannome dato alla baronessa de B. dall'abate Léon d'Aurevilly, religioso Eudista, fratello dell'autore, nel 1855, quando ella aveva ottenuto, grazie ai suoi consigli, di poter tornare, dopo lungo tempo, in seno alla sua famiglia.

Il confronto tra gli stili diaristici mostra molto chiaramente il passaggio dalla paratassi [coordinazione di più proposizioni mediante il punto fermo] a trent'anni, all'ipotassi [subordinazione, a livello di sintassi, delle proposizioni nel periodo] a sessanta.


Saint-Sauveur, 7 dicembre

Oggi è venuto un prete, un Eudista, della congregazione di Léon, - a pranzare e passar del tempo da noi. - Era in missione. - Un monaco, nient'altro che un monaco, senz'altra originalità al di fuori di questa! L'ho lasciato per riprendere la lettura di San Tommaso d'Aquino, altro monaco, che m'attirava molto di più. - L'alterno coi sermoni di Padre Tauler; un altro monaco! - vedete in che grave compagnia vivo, in questa casa malinconica che potrebbe esser scambiata per un monastero.


Valogne, 18 dicembre

Ho notato, sempre allo stesso posto nella sua nicchia, la Madonna bianca che adorna l'Hotel de la Varengerie (credo) e che gli dona tanto l'aria da Medio-Evo; ma non era più acceso, come al tempo della mia infanzia, il piccolo lume ai piedi della statua; . - Quelle dame della Varengerie, amiche di mia madre, sono morte come la lampada; la loro casa abitata.. da chi? Non so; resta che l'olio dell'adorazione perpetua non brucia più davanti alla celeste immagine indifferente. Si rispetta la statua, ma fa difetto il culto per essa; specchio fedele dello spirito del tempo, in fatto di religione più antiquario che cristiano.